Stato Pontificio, SEDE VACANTE 1922, MEDAGLIA IN ARGENTO, Camerlengo Cardinale Pietro Gasparri, FDC, (RR), (Boccia 114) / medaglie papali pontificie rare d'argento delle sedi vacanti

Camerlengo Cardinale Pietro Gasparri, Emissione: 1922, Opus Aurelio Mistruzzi, Rif. bibl. Boccia, 114; Metallo: AR, gr. 24,72, (MP152233), Diam.: mm. 38,98, FDC, (RR)

Ex Boule aprile 2023 n. 91.
650,00 €
Disponibilité : En rupture de stock
SKU
152233
État de conservation:
65/70
Rareté:
60/100
Métal et patine:
100/100
Frappe:
100/100
Provenance:
70/100
Stato Pontificio, SEDE VACANTE, 1922, MEDAGLIA IN ARGENTO, Camerlengo Cardinale Pietro Gasparri, Emissione: 1922, D/ ✠ SEDE VACANTE MDCCCCXXII *, ombrellone su chiavi decussate; sotto: MISTRUZZI, R/ PETRUS • CARD • GASPARRI • S • R • E • CAMERARIVS, stemma del Cardinale Gasparri tra nastri, sormontato da galero a 15 nodi e da tripla Croce; in basso: ✠, Opus Aurelio Mistruzzi, Rif. bibl. Boccia, 114; Metallo: AR, gr. 24,72, (MP152233), Diam.: mm. 38,98, FDC, (RR)

Contorno: a cornice.

Ex Boule aprile 2023 n. 91.

Medaglia coniata, emessa nella Sede Vacante del 1922 per il Camerlengo Cardinale Pietro Gasparri (1852-1934).

Nato da famiglia contadina a Capovallazza di Ussita in Provincia di Macerata, allora parte dello Stato Pontificio, Pietro Gasparri studiò filosofia e teologia cattolica presso diverse università romane. Si laureò in diritto civile e in diritto canonico. Ordinato sacerdote nel 1877, lavorò in seguito come Segretario personale del Cardinale Teodolfo Mertel. Nel contempo insegnò diritto canonico a Roma e Parigi. Nel 1896 fu nominato membro della Commissione Pontificia per l’esame della validità delle ordinazioni della Chiesa anglicana. Nominato da Papa Leone XIII nel 1898 Vescovo con il titolo di Cesarea in Palestina, fu inviato quale Delegato Apostolico in Perù, Ecuador e Bolivia. Fu creato Cardinale da Papa Pio X con il titolo di San Bernardo alle Terme nel 1907 (nel 1915 mutato con il titolo di San Lorenzo in Lucina). Gasparri fu Camerlengo della Chiesa dal maggio 1914 al gennaio 1915 e poi dal dicembre 1916 fino alla morte. In seguito all’improvviso decesso del Cardinale Domenico Ferrata, fu nominato da Papa Benedetto XV, nell’autunno 1914, Cardinale Segretario di Stato. Dal 1914 al 1918 egli fu Prefetto per il Palazzo Apostolico. Alla promulgazione del Codice di Diritto Canonico, che resterà in vigore fino al 1983, e al quale Gasparri tanto aveva contribuito, fu nominato da Papa Benedetto XV Presidente della Commissione per l’interpretazione autentica del Codex Iuris Canonici. Dopo il Conclave del 1922, il nuovo Papa Pio XI lo riconfermò in tutte le sue cariche, alle quali aggiunse, nel 1925, quella a Cardinale Prefetto della Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Straordinari. L’11 febbraio 1929 sottoscrive con Benito Mussolini i Patti Lateranensi, i quali mettono fine al lungo contenzioso con lo Stato italiano, che aveva preso avvio nel 1870 con la Presa di Porta Pia e la fine del potere temporale dei Papi. Si racconta che, in quella circostanza, il Duce gli avesse chiesto cosa potesse fare per lui, e Gasparri rispose “Vorrei che Ussita, il mio “mucchio di case”, rimanesse come comune indipendente”. Così fu.

Tutte le monete, medaglie e banconote vendute dalla Moruzzi Numismatica di Roma sono garantite autentiche senza limite di tempo e accompagnate dal “Cartellino” con QR code e dal “Certificato fotografico di Autenticità e Provenienza”.
Rédigez votre propre commentaire
Vous commentez :Stato Pontificio, SEDE VACANTE 1922, MEDAGLIA IN ARGENTO, Camerlengo Cardinale Pietro Gasparri, FDC, (RR), (Boccia 114) / medaglie papali pontificie rare d'argento delle sedi vacanti