Regno di Macedonia, ALESSANDRO MAGNO, TETRADRAMMA (EMISSIONE COEVA), 327-323 a.C., testa di Eracle con leontè / AΛEΞANΔPOY Zeus Aëtophoros seduto in trono con aquila e lungo scettro, zecca di Tarsus, ARGENTO, qSPL, (Price 3023) / monete greche antiche

ALESSANDRO MAGNO (ALESSANDRO III), 336-323 a.C., TETRADRAMMA, Emissione: 327-323 a.C., Zecca di Tarsus, Rif. bibl. Price, 3023; Metallo: AR, gr. 17,29, (MG19802), Diam.: mm. 27,19, qSPL
830,00 €
Disponibilita': Disponibile
SKU
19802
Conservazione:
50/70
Rarità:
20/100
Metallo e Patina:
90/100
Stile:
85/100
Coniazione:
90/100
Provenienza:
60/100
Regno di Macedonia, Cilicia, ALESSANDRO MAGNO (ALESSANDRO III), 336-323 a.C., TETRADRAMMA, Emissione: 327-323 a.C., D/ testa di Eracle con leontè a destra, all'interno di un cerchio perlinato, R/ AΛEΞANΔPOY, Zeus Aëtophoros seduto in trono a sinistra, con aquila nella mano destra e lungo scettro nella sinistra; nel campo, a s.: un aratro; sotto al trono: un globetto (•); il tutto all'interno di un cerchio perlinato, Zecca di Tarsus*, Rif. bibl. Price, 3023; Metallo: AR, gr. 17,29, (MG19802), Diam.: mm. 27,19, qSPL

Tutte le monete, medaglie e banconote vendute dalla Moruzzi Numismatica di Roma sono garantite autentiche senza limite di tempo e accompagnate dal “Cartellino” con QR code e dal “Certificato fotografico di Autenticità e Provenienza”.

* Principale città portuale della Cilicia, posta presso il fiume Cidno, che ne attraversava in parte l’abitato, distante 20 km dalla costa e a 50 km a sud della catena del Tauro. Intorno al 2300 a.C. cominciò a diventare un importante centro marittimo di commercio. Qui AlessandroMagno cadde gravemente malato per essersi imprudentemente bagnato nelle acque fredde del Cidno (333 a.C.), ma venne salvato. Ancora qui soggiornò Cicerone nel 50-52 a.C. come governatore della Cilicia, lasciandovi un ottimo ricordo per la sua liberalità. Qui Antonio ebbe il suo celebre incontro con Cleopatra, che vi giunse navigando il fiume in grande pompa. Qui passò pure Cesare nel 47 a.C. Al tempo del Nuovo Testamento Tarso era pure nota come un intenso centro culturale, ove fiorivano soprattutto le scuole di filosofia e di retorica, e tra i suoi cittadini famosi poteva annoverare i filosofi stoici Atenodoro e Nestore. Il suo figlio più illustre, Paolo di Tarso, detto anche Saulo, nacque tra il 5 e il 10 d.C. Egli stesso andrà fiero di essere tarsense e lo dichiarerà pubblicamente all’autorità militare romana: « Io sono un Giudeo di Tarso di Cilicia, cittadino di una città non certo senza importanza » (At 21,39).
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Regno di Macedonia, ALESSANDRO MAGNO, TETRADRAMMA (EMISSIONE COEVA), 327-323 a.C., testa di Eracle con leontè / AΛEΞANΔPOY Zeus Aëtophoros seduto in trono con aquila e lungo scettro, zecca di Tarsus, ARGENTO, qSPL, (Price 3023) / monete greche antiche