Regno di Macedonia, ALESSANDRO MAGNO, TETRADRAMMA, 175-125 a.C., testa di Eracle con leontè / BAΣIΛEΩΣ AΛEΞANΔPOY Zeus Aëtophoros seduto in trono con aquila e lungo scettro, zecca di Mesembria, ARGENTO, mBB, (Price 1039/1040) / monete greche antiche

ALESSANDRO MAGNO (ALESSANDRO III), 336-323 a.C., TETRADRAMMA, Emissione: 175-125 a.C., Zecca di Mesembria, Rif. bibl. Price, 1039/1040; Metallo: AR, gr. 16,74, (MG143497), Diam.: mm. 35,43, mBB

Ex Gorny & Mosch 280, n. 197; ex William Stancomb Collection; ex Harlan J. Berk Ltd., Auction 105, 17 November 1998, lot 174.
670,00 €
Disponibilita': Disponibile
SKU
143497
Conservazione:
45/70
Rarità:
20/100
Metallo e Patina:
80/100
Stile:
85/100
Coniazione:
80/100
Provenienza:
90/100
Regno di Macedonia, Tracia, ALESSANDRO MAGNO (ALESSANDRO III), 336-323 a.C., TETRADRAMMA, Emissione: 175-125 a.C., D/ testa di Eracle con leontè a destra, R/ BAΣIΛEΩΣ AΛEΞANΔPOY, Zeus Aëtophoros seduto in trono a sinistra, con aquila nella mano destra e lungo scettro nella sinistra; nel campo, a s.: un elmo corinzio; in esergo: ΟΙΝΙΑ, Zecca di Mesembria*, Rif. bibl. Price, 1039/1040; Metallo: AR, gr. 16,74, (MG143497), Diam.: mm. 35,43, mBB

Ex Gorny & Mosch 280, n. 197; ex William Stancomb Collection; ex Harlan J. Berk Ltd., Auction 105, 17 November 1998, lot 174.

Tutte le monete, medaglie e banconote vendute dalla Moruzzi Numismatica di Roma sono garantite autentiche senza limite di tempo e accompagnate dal “Cartellino” con QR code e dal “Certificato fotografico di Autenticità e Provenienza”.

* Città greca sulla costa occidentale del Mar Nero, fondata circa il 510 a.C. da Megara e dalla colonia megarese di Calcedone. Le sue iscrizioni mostrano che essa conservò a lungo il suo dialetto dorico. Rimase naturalmente tagliata un po' fuori dalla storia della Grecia, ma, con le altre città greche dell'Esapoli Pontica, dovette avere fiorenti commerci, ed ebbe una sua monetazione. Si destreggiò tra i successori di Alessandro e le vicine tribù getiche e scitiche, ebbe buone relazioni con capi di tribù traciche, finché il proconsole di Macedonia, M. Licinio Lucullo, non l'aggregò nel 72 a.C. alla provincia romana. Costituita nel 46 la provincia di Tracia, ne fece parte, finché non fu poi aggregata alla Mesia Inferiore e, con la riforma di Diocleziano, alla provincia del Monte Emo (Haemimontus). In età cristiana fu sede di arcivescovo. L'odierna Mesemvrija ne occupa il posto.
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Regno di Macedonia, ALESSANDRO MAGNO, TETRADRAMMA, 175-125 a.C., testa di Eracle con leontè / BAΣIΛEΩΣ AΛEΞANΔPOY Zeus Aëtophoros seduto in trono con aquila e lungo scettro, zecca di Mesembria, ARGENTO, mBB, (Price 1039/1040) / monete greche antiche