LEONE IV e COSTANTINO VI, TREMISSE, 775-780 d.C., D N LEON P AM busto diademato e clamidato regge un globo crucigero / D N CONST A M busto diademato e loricato regge una croce patente, Zecca di Siracusa, ORO, SPL, (RRRRR), (Cfr. Spahr 337) monete d'oro

LEONE IV e COSTANTINO VI, 775-780 d.C., TREMISSE, Emissione: 775-780 d.C., Zecca di Siracusa, Rif. bibl. Cfr. Spahr, 337; Cfr. D'Andrea, 795 e 810; Metallo: AV, gr. 1,23, (MB142726), Diam.: mm. 15,49, SPL, (RRRRR)

Ex Collezione Filippo Rocchi.
1.500,00 €
Disponibilita': Disponibile
SKU
142726
Conservazione:
55/70
Rarità:
90/100
Metallo e Patina:
95/100
Stile:
90/100
Coniazione:
85/100
Provenienza:
60/100
Impero Bizantino, LEONE IV e COSTANTINO VI, 775-780 d.C., TREMISSE, Emissione: 775-780 d.C., D/ D N LEON P AM, busto diademato e clamidato regge un globo crucigero, R/ D N CONST A M, busto diademato e loricato regge una croce patente, Zecca di Siracusa, Rif. bibl. Cfr. Spahr, 337; Cfr. D'Andrea, 795 e 810; Metallo: AV, gr. 1,23, (MB142726), Diam.: mm. 15,49, SPL, (RRRRR)

Ex Collezione Filippo Rocchi.

La moneta, apparentemente inedita appare simile per tipo, leggenda e stile al semisse indicato al n.337 dello Spahr.

Il prof. Filippo Rocchi era nato a Roma nel 1900 da una famiglia di antiche tradizioni nel campo della medicina: medico il padre, chirurgo il nonno, lui stesso grande clinico e padre poi a sua volta di due medici, un chirurgo ed un internista.
La tradizione familiare che portò Filippo Rocchi a divenire in età matura cattedratico di Malattie Infettive presso la facoltà di medicina di Roma e Primario di Medicina Interna all’Ospedale Fate Bene Fratelli, si aggiunse una importante carriera nell’ambito della Città del Vaticano con la nomina ufficiale del papa Giovanni XXIII ad Archiatra pontificio.
Accanto tuttavia alle sue doti innegabili di grande clinico il prof. Rocchi ha sempre dimostrato una grande bontà d’animo, un profondo senso di onestà, di equità e una grande affabilità e gentilezza di modi non disgiunta da uno spiccato senso dell’umorismo e dell’ironia tipica delle vecchie famiglie romane. Il suo carattere ricco di bonomia spontanea, la sua conversazione densa di richiami e di aneddoti, il suo spirito critico e pungente ne facevano il punto di convergenza di cordiali amicizie romanesche.
Anche se per breve tempo, fece parte della storica e famosa associazione culturale "Gruppo dei Romanisti".
Il suo senso del bello lo portava anche, nei pochi momenti di svago, ad interessarsi di arte e di storia da cui le sue diverse collezioni raccolte con amore e vivo interesse. Tra queste la collezione di monete che spazia nel tempo e pur non presentando percorsi specifici, rappresenta soprattutto il suo amore per la Roma antica e per la storia del nostro paese. Il suo amore per Roma ha infatti ispirato l’unico titolo che sia suo padre che lui stesso, che suo figlio, mancato nel 2020, hanno voluto per il loro necrologio: Filippo Rocchi, Medico Romano.

Tutte le monete, medaglie e banconote vendute dalla Moruzzi Numismatica di Roma sono garantite autentiche senza limite di tempo e accompagnate dal “Cartellino” con QR code e dal “Certificato fotografico di Autenticità e Provenienza”.
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:LEONE IV e COSTANTINO VI, TREMISSE, 775-780 d.C., D N LEON P AM busto diademato e clamidato regge un globo crucigero / D N CONST A M busto diademato e loricato regge una croce patente, Zecca di Siracusa, ORO, SPL, (RRRRR), (Cfr. Spahr 337) monete d'oro