COSTANZO I CLORO, Cesare, FOLLIS, 296-297 d.C., GENIO POPVLI ROMANI / S T il Genio con il modius sul capo ed il mantello sulla spalla sinistra tiene una patera ed una cornucopia, zecca di Ticinum, BRONZO, SPL, (RIC 32a) / monete romane imperiali antiche

COSTANZO I CLORO, Cesare, 305-306 d.C. d.C., FOLLIS, Emissione: 296-297 d.C., Zecca di Ticinum, Rif. bibl. R.I.C., 32a; Cohen, 107; Metallo: AE, gr. 11,56, (MR26897), Diam.: mm. 27,54, SPL
220,00 €
Disponibilité : En rupture de stock
SKU
26897
État de conservation:
55/70
Rareté:
20/100
Métal et patine:
100/100
Style:
80/100
Frappe:
100/100
Provenance:
60/100
Impero Romano, COSTANZO I CLORO, Cesare, 305-306 d.C. d.C., FOLLIS, Emissione: 296-297 d.C., D/ CONSTANTIVS NOB CAES, testa laureata a destra, R/ GENIO POPVLI ROMANI / S T, il Genio stante a sinistra con il modius sul capo ed il mantello sulla spalla sinistra, tiene una patera nella mano destra ed una cornucopia nella sinistra. A sinistra una stella, Zecca di Ticinum*, Rif. bibl. R.I.C., 32a; Cohen, 107; Metallo: AE, gr. 11,56, (MR26897), Diam.: mm. 27,54, SPL

* Città del Friuli Venezia Giulia. Colonia fondata dai romani nel 181 a.C. nel paese dei carni, rinforzata e ingrandita più volte, dal 90 a.C. divenne municipio. Quartiere invernale di legioni e luogo di soggiorno imperiale, nel Basso impero fu sede del prefetto della flotta veneta, ma alla fine dell’impero tornò a essere una fortezza. Devastata da Attila nel 452, fu abbandonata al momento dell’invasione longobarda (568). Agli albori del Mille, divenuta punto di afflusso delle merci dirette in Germania, rinacque; sede del patriarca, era retta da un podestà di nomina patriarcale. Alla signoria dei patriarchi si sostituì nel 1509 la dominazione austriaca e Aquileia si ridusse a un modesto villaggio. Nella vasta area archeologica di Aquileia si conservano resti del foro, un tempietto di Giove, un teatro, un anfiteatro, un circo e altri monumenti. Gli scavi condotti nella parte occidentale della città hanno messo in luce un vastissimo complesso quasi certamente da identificare con il palazzo imperiale.
Rédigez votre propre commentaire
Vous commentez :COSTANZO I CLORO, Cesare, FOLLIS, 296-297 d.C., GENIO POPVLI ROMANI / S T il Genio con il modius sul capo ed il mantello sulla spalla sinistra tiene una patera ed una cornucopia, zecca di Ticinum, BRONZO, SPL, (RIC 32a) / monete romane imperiali antiche